FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3956564
Home » Enti » CNR » Notizie » CNR: incontri con l’Amministrazione su valorizzazione professionale, erogazione arretrati e sussidi sanitari

CNR: incontri con l’Amministrazione su valorizzazione professionale, erogazione arretrati e sussidi sanitari

L’Ente proceda rapidamente con la valorizzazione del personale, cronoprogramma per erogare gli arretrati dei CCNI e sussidi sanitari.

15/06/2020
Decrease text size Increase  text size

Nei giorni 10 e 11 giugno si sono tenuti confronti con l’Amministrazione per discutere di argomenti di particolare interesse del personale relativi alla valorizzazione professionale sia dei R&T che dei T&A.

In particolare il 10 giugno era previsto in o.d.g.:

Informativa sulle modalità di applicazione delle procedure di cui all’art. 15 CCNL 7.4.2006.

L’argomento è particolarmente delicato vista la drammatica realtà in cui si trovano Ricercatori e Tecnologi la cui valorizzazione professionale non sembra essere una priorità dell’Ente. Troppo poche opportunità di carriera, procedure lunghissime, alto tasso di contenziosi sono elementi che puntualmente mortificano e frustrano le lavoratrici e i lavoratori che invece avrebbero pieno diritto alla valorizzazione della loro carriera.

I tempi sono già al limite

Per un’applicazione dell’art. 15, con decorrenza giuridica ed economica al 1 gennaio 2020, è urgente:

a) definire la ripartizione delle posizioni previste nel PdF deliberato a dicembre 2019,

b) assumere e approvare la delibera in CdA,

c) pubblicare i Bandi,

d) nominare le commissioni.

I bandi DEVONO essere emanati entro il mese di luglio e le commissioni DEVONO concludere i lavori entro dicembre 2020.

Correttivi alla ripartizione per Aree Strategiche

L’orientamento dell’Ente, consolidato dal confronto con i Dipartimenti, è di adottare anche per questi bandi la ripartizione per Aree Strategiche, introducendo possibili correttivi, tipo l’introduzione di sub-aree, in particolare in alcune Aree Strategiche, per tener conto dei diversi ambiti disciplinari e definire adeguati criteri di valutazione. Tali eventuali suddivisioni sono ancora da definire ed è in corso una ricognizione all’interno dei vari Dipartimenti. Anche i R&T verranno chiamati ad indicare l’AS maggiormente pertinente alla loro carriera. L’Amministrazione prevede la presentazione di una unica domanda di partecipazione, mentre è ancora all’esame la possibilità di indicare i prodotti scelti per la valutazione, comunque presentati nel CV, dopo che le commissioni abbiano definito i criteri di valutazione.

La FLC CGIL è consapevole che i tempi stretti non permetterebbero una definizione più adeguata per la ripartizione dei posti in Aree Strategiche, ambiti o altre ipotesi. La FLC CGIL ha evidenziato la criticità già emersa in modo dirompente all’atto della pubblicazione dei Bandi 367.xx per 1° Ricercatore e per Dirigente di Ricerca. Le Aree Strategiche, sicuramente servono a definire gli indirizzi futuri dell’Ente ma non sono adeguate per valorizzare le carriere del suo personale.

In particolare queste criticità sono emerse in maniera evidente in alcune AS, ad es. Ingegneria Civile e Industriale, nelle Aree del DSU, nelle Aree del DSB e nell’ambito delle Scienze dei Materiali, che potrebbe addirittura appartenere a più Dipartimenti (cfr. DSCTM, DCFTM). La FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione a rivedere la possibilità di presentare una sola domanda, ritenendo che per i Ricercatori che hanno lavorato in ambiti multidisciplinari potrebbe essere penalizzante, invece di essere valorizzati. Non verrebbe quindi riconosciuta come la peculiarità qualificante per il CNR.

La FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione, a nominare commissioni con proprio personale, il solo che ha piena consapevolezza delle attività svolte nell’Ente, e a dare indicazioni chiare e omogenee per circoscrivere valutazioni “fantasiose” già molte volte registrate in passato.

UTILIZZO GRADUATORIE PREGRESSE

BANDI 367.XX

La FLC CCGIL ha sollecitato l’Amministrazione a completare l’iter di scorrimento delle graduatorie dei Bandi 367.XX sia per 1° Ricercatore sia per Dirigente di Ricerca, l’Amministrazione ha informato che a breve sarà pubblicata la graduatoria del Bando 367.160 per Dirigente di Ricerca ancora in corso, quindi si procederà come deliberato, all’utilizzo completo delle risorse impegnate sia all’atto della pubblicazione del Bando sia per l’ulteriore budget assegnato, pari al costo di una UdP per ognuna dei Bandi 367.XX per 1° Ricercatore e per Dir. Ricerca. La FLC CGIL ha chiesto di procedere con l’utilizzo delle graduatorie dei 4 Bandi 367.202-205. Su tale argomento invece è emerso che l’Ente non procederà all’utilizzo delle graduatorie non avendolo a suo tempo deliberato. Considerato che i vincitori sono già dipendenti dell’Ente, la FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione, se la valorizzazione professionale è un obiettivo reale dell’Ente, a deliberare anche per questi Bandi l’utilizzo delle risorse programmate al momento della pubblicazione dei Bandi. La FLC CGIL ha chiesto con forza che l’Ente si attivi velocemente e deliberi lo scorrimento di tutte le graduatorie, ove il vincitore sia già dipendente dell’Ente, si possa procedere con l’utilizzo completo delle risorse. Se ciò non dovesse accadere tempi bui si prospetterebbero anche per i Bandi da 1° Tecnologo e Dirigente Tecnologo recentemente pubblicati.

BANDI 364.XX:

Su sollecitazione di alcune lavoratrici e lavoratori idonei nei Bandi 364.XX (ex art. 15) che, avevano avuto rassicurazioni dal Presidente Inguscio, incontrato insieme ad alcuni Dirigenti, sulla disponibilità dell’Ente a verificare la fattibilità della procedura, la FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione a dare seguito a questo impegno. L’Amministrazione ritiene che non ci siano più i margini per poter procedere con gli scorrimenti sia perché ad oggi tali graduatorie non sono più valide, sia perché il Consiglio di Stato si è pronunciato negativamente su altre tipologie simili, sia perché l’Ente dovendo rispondere ad una Interrogazione Parlamentare sullo stesso tema si è già pronunciato negativamente.

L’11 giugno era previsto in o.d.g.:

PRIMA INFORMATIVA SUL FONDO EX ART. 90 DEL CCNL 19.4.2918 E PROGRESSIONI DI CUI ALL’ART.54 CCNL 21.02.2002.

L’Amministrazione ha dapprima illustrato le procedure seguite per la costituzione del Fondo, ai sensi dell’art.90 del CCNL Istruzione&Ricerca, dedicato per le progressioni di carriera per il personale T&A che, tenuto conto dei vincoli contrattuali risulta essere pari a € 2.310.317,11. Le OO.SS. hanno chiesto di conoscere i dati necessari per la costituzione del Fondo medesimo e contestualmente è stata richiesta l’attivazione di un Tavolo Tecnico per un approfondimento sul tema. Infatti, le OO.SS. ritengono che il Fondo così costituito, non tiene conto delle risorse lasciate libere dal personale che aveva già ottenuto un passaggio di livello ai sensi dell’ex art.54 e che ogni anno lascia l’Ente per quiescenza o altro. La FLC CGIL si impegna con le altre OO.SS. a verificare, nel rispetto delle norme, la possibilità di implementare ulteriormente i Fondo, anche tenuto conto di quanto fatto in altri EPR.

Oltre al vincolo del Fondo da destinare all’attivazione delle procedure di cui all’art. 54, è emersa un’altra criticità rispetto alle inadeguate risorse finanziarie previste dall’Amministrazione nel PdF deliberato il 19 dicembre 2019; tali risorse risultano essere circa la metà dell’importo totale del Fondo costituito e sono sufficienti a garantire il passaggio di livello SOLO a 360 UdP T&A, su circa 1.400 aventi diritto, pari al 25%.

LA FLC CGIL CONSIDERA TALE PROPOSTA INACCETTABILE

Ha dunque sollecitato l’Amministrazione ad aggiornare il PdF in tempo utile, impiegando l’intero importo del Fondo, a valle dell’approvazione del Bilancio Consuntivo che deve essere deliberato entro il 30 giugno.

Per consentire ai vincitori la decorrenza giuridica ed economica al 1 gennaio 2020, il Bando DEVE essere pubblicato entro i primi di agosto al fine di ultimare le procedure e permettere la pubblicazione delle graduatorie entro dicembre 2020. Invitiamo l’Ente ad adottare tutte le azioni utili al fine di valorizzare il personale che, stando alla frequenza prevista dai CCNL arriverebbe con già un anno di ritardo.

Non è accettabile un Ente che procede a due velocità, veloce ed efficace nell’approvare talune questioni, lento per tutto ciò che attiene alla valorizzazione del personale.

INFORMATIVA SUL CRONOPROGRAMMA DI ATTIVITA’ PREDISPOSTO DALL’UFFICIO GESTIONE DEL PERSONALE:

Tale argomento inizialmente previsto per in O.d.G. il 10 giugno è stato invece discusso l’11 giugno.

L’Amministrazione ha presentato un cronoprogramma con la previsione di massima del completamento dell’erogazione degli arretrati relativi a specifici istituti contrattuali previsti nel CCNI 2010-2017 sottoscritto a novembre 2019. In particolare si è impegnata a completare l’erogazione degli arretrati con la seguente tempistica:

IOS livelli I-III:

Erogazione IOS residui 2010-2011 con lo stipendio di agosto

Erogazione IOS residui 2012-2013-2014 con lo stipendio di ottobre

Erogazione IOS residui 2015-2016-2017 con lo stipendio di novembre

Produttività livelli IV-VIII:

Erogazione Produttività anni 2013-2014 con lo stipendio di ottobre

Erogazione Produttività anni 2015-2016-2017 con lo stipendio di novembre

Indennità di responsabilità:

Per l’erogazione di detta indennità, che deve essere assegnata agli aventi diritto per gli anni 2011-2017, è

in corso la revisione e messa a punto della procedura informatica per la gestione dei dati relativi a tale

indennità, a breve sarà convocato il Tavolo Tecnico per la definizione della procedura prima

dell’emanazione di apposita circolare come previsto nel CCNI 2010-2017. La procedura, vedrà coinvolte

attivamente le RSU e le OO.SS. territoriali.

Nel corso degli incontri sono stati affrontati anche altri argomenti e su taluni chiesti chiarimenti. In

particolare:

Chiusura della Sede Centrale e Sedi collegate:

l’Amministrazione ha informato le OO.SS. che, tenuto conto della emergenza sanitaria, prevede la chiusura della Sede Centrale e delle Sedi collegate dal 10 al 28 agosto, le altre Sedi CNR pur tenendo in considerazione tale chiusura, seguiranno il calendario deciso in base alle loro esigenze lavorative comunicandolo alle RSU e OO.SS. territoriali competenti.

Ferie 2019:

il termine ultimo per fruire le ferie 2019 è fissato al 31 dicembre 2020.

Fruizione riposi compensativi:

per il recupero delle ore lavorate per i T&A, la cui scadenza era stata già differita dal 31 marzo come prevede il CCNL, al 30 giugno sarà ulteriormente differita al 31 agosto 2020.

EX ART. 53 CCNL 21.02.2002:

in merito all’utilizzo graduatorie di cui al bando 362.1 relativo all’applicazione dell’ex art. 53 del CCNL

21.02.2002, la FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione a dare seguito all’impegno, a suo tempo assunto, di utilizzare le posizioni rese libere nelle citate graduatorie a seguito di pensionamento di alcuni dipendenti. L’Amministrazione si è impegnata a procedere con lo scorrimento all’esito dell’esame delle istanze in autotutela.

SUSSIDI SANITARI ORDINARI:

La FLC CGIL, ha chiesto chiarimenti in merito a tale argomento pur non essendo in O.d.G. Sui Sussidi Sanitari, e più in generale l’utilizzo del Fondo per i Benefici Assistenziali, sono stati rappresentati al Tavolo i forti malumori dovuti alle legittime aspettative del personale, non accolte. All’esito della procedura per l’erogazione dei sussidi 2018, avvenuta con lo stipendio di maggio più del 40% delle domande presentate non sono state accolte. Abbiamo segnalato la possibile erronea mancata erogazione a coloro che, avendo rinunciato alla Polizza Sanitaria (all’epoca con UniSalute), se hanno presentato domanda di Sussidio Sanitario Ordinario, hanno diritto a percepire la quota pari a €275,00 corrispondente alla quota che il CNR riconosceva a UniSalute.

Tutto ciò non è che il risultato di precise scelte dell’Ente e che la FLC CGIL, a suo tempo, non ha condiviso.

La FLC CGIL infatti, nel 2018 non aveva firmato l’ipotesi di utilizzo delle risorse finanziarie per la gestione dei benefici di natura assistenziale e sociale degli anni 2015-2020 e l’ipotesi CCNI stralcio sui benefici di natura assistenziale e sociale - Polizza Sanitaria, poiché riteneva che fosse stata messa in discussione l'efficacia del sistema integrato Sussidi Sanitari/Polizza Sanitaria. Non aveva condiviso, in particolare, l’incremento del Fondo destinato a finanziare la Polizza Sanitaria a scapito delle già magre risorse previste sia per le “Borse di Studio a favore dei figli dei dipendenti”, che sono passate da € 800.000,00 a €700.000,00, sia il significativo decremento delle risorse per i Sussidi Sanitari che sono passate da €1.051.300,00 del 2016-2017 a € 811.980,00 previste per il 2019-2020.

La FLC CGIL riteneva allora, ed oggi ne è ancora più convinta, che le risorse del Fondo, soldi pubblicidestinati alle lavoratrici e ai lavoratori CNR, devono essere prioritariamente redistribuite ai dipendenti dell’Ente e non destinate surrettiziamente a finanziare compagnie di assicurazioni.

La FLC CGIL per dare una positiva risposta ed erogare sussidi ad un numero maggiore di richiedenti ha proposto all’Amministrazione di valutare, previo confronto con le OO.SS., l’utilizzo di somme residue, del Fondo Benefici Assistenziali e Sociali relative agli anni 2010-2015. L’Amministrazione si è impegnata ad esaminare tale proposta con il responsabile dell’Unità Formazione de Personale e Welfare.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

I nostri rappresentanti

     
     
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL